ERO SOLAMENTE UNA COTTA DEL LICEO

Conoscevo quella ragazza, fin da quando andava ancora alle medie. All’epoca, eravamo poco più che semplici conoscenti. Lei era solamente una delle tante amiche di mia sorella, o almeno così è stato, fino al giorno in cui mi innamorai di lei. Che sensazione strana. Un brivido mai sentito prima. Fu diverso da come me lo avevano descritto, non è vero che tutto intorno a te sparisce, o addirittura, balenano nella mente sfumature di vari tipi di rosa, che avvolgono la persona di cui ci si è appena innamorati. No, la prima volta che mi innamorai davvero, fu un semplice e velocissimo lampo. Non ebbi il tempo di fare nulla. Una persona che fino a pochi minuti prima, era solamente l’amica di mia sorella, improvvisamente divenne il centro del mio mondo. Che bizzarra situazione.

Fu una vera sorpresa, scoprire ch anche lei ricambiava i miei stessi sentimenti. Perlomeno così mi ero illuso. Quando iniziammo a frequentarci, lei aveva appena iniziato il quarto superiore ed io il primo anno all’università. Era davvero bello. In passato, ero stato così felice solamente un’altra volta, in vita mia. ma questa, è un’altra storia.

Passammo davvero dei bei momenti insieme. Certo non mancavano le discussioni, ammetto che non è sempre facile sopportarmi. Malgrado questo però, noi due eravamo innamorati, il resto non contava. Sapevamo che nel momento del bisogno, potevamo contare l’uno su l’altra. C’è da dire poi, che era davvero bella. Cavolo se lo era. Amavo quella ragazza in ogni suo aspetto, quando rideva, quando si arrabbiava o era furiosa, quando era triste e cercava disperatamente, conforto tra le mie braccia.

Siamo stati insieme per quasi tre anni. I primi due, ho vissuto in una specie d sogno. Iniziai a svegliarmi, solo dopo la sua partenza. Finito il liceo, decise di continuare gli studi a nord, a circa due regioni di distanza dalla mia, tanto per avere un’unità di misura. Doveva inseguire i suoi sogni e aveva bisogno di allontanarsi, da questa dannata città. Accettai la sua decisione senza problemi. Non le avrei mai impedito di rimanere qui e rinunciare, solamente per me. Una relazione a distanza è più che fattibile, se ci amiamo. Ripetevo a me stesso queste parole, in continuazione. Che razza di ingenuo sono stato. Sebbene fossi più grande di lei, non ero io l’adulto fra i due. Durante i primi giorni senza di lei, realizzai una cosa importantissima. Per tutto il tempo che siamo stati insieme, avevo più bisogno io di lei, che lei di me. Riuscì subito ad adattarsi al nostro nuovo status, molto più velocemente di me. Confesso di essermi sentito davvero solo e perso. Ciò nonostante, continuammo ad andare avanti.

Un giorno, con la stessa velocità con cui mi ero innamorato, il mio intero mondo crollo. Decise di porre la parola fine, nella nostra relazione. La cosa peggiore, è che lo fece nell’unico periodo in cui avevo più bisogno di lei. Ero letteralmente a pezzi. Stavo male e quel che è peggio, non avevo idea di come uscire da questa situazione. Tutto questo, accadeva la scorsa estate. Tre mesi di disperazione, intere notti senza dormire, piangendo e rivivendo con la mente tutti gli errori che avevo fatto e che avrei potuto evitare senza problemi.

Pensavo continuamente alla nostra storia. perché l’ha fatto? Perché ha deciso di andare avanti senza di me? Noi due ci amavamo. Questi pensieri mi logoravano dall’interno. Poi di colpo, mi svegliai completamente. Ripensai a le cose che mi disse quella mattina, prima di lasciarmi. Non credo che fosse davvero innamorata. Sono sicuro che lei ne era convinta, tuttavia, la triste verità che dovevo accettare era solamente una. Lei stava cambiando la sua vita. Io ero rimasto qui a casa, mentre lei cresceva molto più velocemente di me. Si faceva strada giorno per giorno, in mondo enorme, pieno di esperienze, alcune delle quali, erano limitate dal legame invisibile che aveva con me. Non potevo fare altro, che accettarlo. Ero solamente, una semplice cotta del liceo. Un capitolo importante della sua vita forse, ma comunque appartenente al passato.

Spero che questa storia vi sia piaciuta. Forse è un po’ troppo triste e sdolcinata. Ho voluto comunque svelarvi, un altro piccolo pezzo della mia storia. Chiaramente, vissuto e visto, attraverso i miei occhi.  



Categorie:LETTERE D'AMORE, PENSIERI INTIMI

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: