28 APRILE: GIORNATA MONDIALE DELLE VITTIME DELL’AMIANTO

         Buon pomeriggio, cari lettori. Eccoci di nuovo qui, con l’ultima ricorrenza, di questo 28 aprile. Francamente, non so dirvi quale dei tre articoli scritti oggi, sia il più importante. Certamente da un punto di vista sociale, è ovvio che questo, è sicuramente il più scandalistico.

Sebbene sia ormai vietata la produzione da ben 28 anni, l’amianto continua ogni anno a mietere vittime. Si stima infatti, che solamente in Italia, siano circa 6.000 le persone che ogni anno, muoiono a causa di malattie legate questo minerale. Sono numeri spaventosi, talmente tanto da far guadagnare all’amianto l’appellativo di killer silenzioso. Il motivo principale, risiede nelle sue caratteristiche fisiche. Questo minerale infatti, è in grado di sfibrarsi in minuscole parti, tanto piccole da riuscire ad insidiarsi nei polmoni, attraverso le vie respiratorie.

In passato era molto usato. Vi sono ancora oggi migliaia di tonnellate di amianto, ancora da smaltire e bonificare. Ovviamente, i tanti lavoratori, venuti a contatto, ne pagano ancora oggi il terribile prezzo. Le malattie legate ad esso infatti, hanno tempi molto lunghi e poso colpire anche a distanza di dieci o vent’anni. La Giornata mondiale delle vittime dell’amianto, è stata fondata proprio per questo. Mantenere vivo, il ricordo delle numerose vittime, nelle menti delle giovani generazioni, affinché non commettano gli stessi errori.

L’aspetto scandalistico di tutta questa storia però è un altro. Malgrado si conoscano ormai i terribili effetti, c’è ancora in giro della gente che si serve di questo materiale. Sprezzante del fatto che causa gravi danni a se stesso e a tutte le possibili persone, che ne possono venire a contatto.

Anche per oggi, la rubrica GIORNATE E RICORRENZE MONDIALI, termina qui. Vi auguro un buon proseguimento di giornata, da Intimo Inchiostro



Categorie:GIORNATE E RICORRENZE MONDIALI

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: