22 APRILE: GIORNATA DELLA TERRA

         Continuiamo la nostra rubrica, dedicata alle ricorrenze mondiali, con un tema della massima importanza. Forse il più importante scritto fin’ora. Il 22 aprile di ogni anno infatti, è interamente dedicato al pianeta che ha dato vita a tutti noi.

         La ricorrenza nasce nel 1970. Oggi infatti è il cinquantunesimo anniversario della Giornata della Terra. Fin della sua origine, questa iniziativa ha riscontrato subito un successo mondiale. Attualmente, più di un miliardo di persone, nei 193 paesi dell’ONU, partecipano a questo evento. Come tutte le manifestazioni di questa portata, ogni anno viene scelto un tema diverso. Quello del 2021 è Restore Our Earth, ovvero, riparare agli enormi danni commessi al nostro pianeta, attraverso l’uso sconsiderato ch ogni giorno facciamo, con le sue risorse naturali.

         Mai come in quest’ultimi due anni, è stato evidente il danno causato dall’umanità. Basti pensare a tutti i “simpatici” episodi avvenuti in Italia, durante il primo lockdown. Era diventato ormai quasi normale, vedere su internet e nei telegiornali, foto e video di animali selvatici che, forti dell’assenza di esseri umani, girovagavano per le strade di alcune città. Questo è stato un chiaro segnale, che la nostra amata Terra ha voluto inviarci. Nel corso dei secoli, abbiamo rubato migliaia di ettari di natura, provocando il rischio di estinzione a numerose specie animali. Ci siamo impadroniti di terrori che in realtà non servivano. Abbiamo provocato danni all’ambiente e inquinato i nostri mari. Credo quindi che sia imperativo darci, per così dire, una bella regolata. Dobbiamo comprendere che bisogna restituire molto di più di quanto si è preso, se vogliamo realmente salvare il nostro pianeta. Non c’è più tempo e soprattutto, non possiamo più permetterci il lusso di guardare dall’altra parte. Ognuno di noi, se pur in piccolo, deve contribuire alla rinascita del pianeta, prima che sia troppo tardi.  Se questo non avverrà, temo proprio che saremo costretti a vivere in prima persona, tutti gli avvenimenti apocalittici che adesso vediamo nei film. Non si tratta più di impedire che accada, bensì di recuperare e riparare ciò che ormai è già accaduto.

         Vi sono ormai tantissime persone, soprattutto tra le nuove generazioni, che hanno scelto di dedicare la loro vita alla salvaguardia della Terra. La stessa che ci permettere ogni giorno di vivere le nostre vite e che troppo a lungo, abbiamo sfruttato, spinti da un’avidità del tutto insensata.

Il mio invito è di unirci compatti, per cambiare le nostre abitudini e risanare il nostro pianeta, per noi stessi e per chi verrà dopo. Bastano piccoli gesti quotidiani, apparentemente insignificanti, ma che uniti tutti insieme, possono dar vita a qualcosa di colossale.

Con la speranza di aver raggiunto i vostri cuori, Intimo Inchiostro augura a tutti voi, buona Giornata della Terra.



Categorie:GIORNATE E RICORRENZE MONDIALI

Tag:, , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: