2 APRILE: GIORNATA MONDIALE PER L’AUTISMO

Continuiamo il nostro viaggio insieme, nella rubrica: GIORNATE E RICORRENZE MONDIALI. Il tema di oggi, è molto importante. Ogni 2 aprile infatti, tutto il mondo, dedica il proprio pensiero a tutte le persone affette da questo disturbo. Ovviamente l’obbiettivo principale è di sensibilizzare le persone circa questo tema, importantissimo. Vi sono però tantissime persone, quali dottori, famiglie ed assistenti, che assistono queste persone continuamente, combattendo insieme a loro 365 giorni l’anno. Se non sono degli eroi, si avvicinano molto a questo status.

La giornata mondiale per l’autismo nasce nel 2007 ad opera del congresso delle Nazioni Unite. Fu la rappresentante del Quatar a proporre questa ricorrenza, che fu accolta all’unanimità dal congresso. Cos’è però l’autismo?

L’autismo è un disturbo del neuro sviluppo, caratterizzato da diversi deficit della comunicazione verbale e non. Esso può inoltre compromettere la capacita di interazione sociale, provocando una drastica perdita di interessi e causare talvolta, comportamenti ripetitivi. Solitamente i genitori, posso notare i primi sintomi del disturbo, già a partire dai primi due anni di vita del bambino. La diagnosi completa può confermare che un individuo è affetto da autismo, entro i primi trenta mesi di vita. Qui, le mie informazioni tecniche in materia, finiscono.

Ho potuto più volte vedere di persona gli effetti di questo disturbo. Frequentando un liceo psico-pedagogico, non era raro, entrare in contatto con ragazzi e ragazze affetti da autismo. Come tutti i disturbi di natura “mentale”, non va assolutamente preso sotto bamba. La mia potrà sembrarvi un’affermazione scontata, tuttavia, devo purtroppo smentirvi. L’ignoranza che aleggia sulle perone è ancora tanta, forse troppa visto il mondo tanto avanzato e progressista, in cui siamo erroneamente convinti di vivere. Proprio per questo, in questo giorno ogni anno, l’ONU, si occupa di informare sempre più persone. Sono ancora molte le famiglie che vengono lasciate sole ad affrontare questo terribile nemico. L’emergenza sanitaria, causata dal COVID-19 poi, non ha fatto altro che gettare nuova benzina sul fuoco.

 Per quanto possa sembrare futile ed insignificante, voglio comunque dare il mio piccolissimo contributo, aiutando quanto più possibile, tutte queste coraggiose persone che costantemente dedicano la propria vita ad aiutare milioni di ragazzi affetti dal disturbo dell’autismo. L’unico modo che ho per farlo, è diffondere quest’articolo sul web, insieme a tanti altri sul medesimo argomento.

Pur non avendo nessun familiare autistico, ritengo questo, un argomento che mi tocca da vicino. Smettiamola di rimanere sempre indifferenti e usciamo dalle nostre bolle di vetro. Solo così, seppur in minima parte, potremmo davvero fare tutti la differenza.

Sperando che questo accada subito, un saluto speciale da Intimo Inchiostro.



Categorie:GIORNATE E RICORRENZE MONDIALI

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: