25 MARZO: GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE VITTIME DELLA SCHIAVITÙ

Ciao a tutti e bentornati nel mio blog. Recentemente ho deciso di aprire una nuova rubrica, dedicata alle varie giornate e commemorazioni mondiali. Cercando un po’ in rete, ho trovato un elenco dettagliato circa tutte le ricorrenze mondiali ed internazionali, riconosciute dalle Nazioni Unite (ONU). Con grande piacere, scoperto che proprio oggi, 25 marzo, è la Giornata Internazionale delle Vittime della Schiavitù. Ora, ritengo giusto informarvi che sono un grandissimo appassionato di storia e come se non  bastasse, ho da sempre disprezzato ogni forma di schiavitù o razzismo. Non vi nasconderò di conseguenza, il mio entusiasmo nel trattare un simile argomento nel mio blog.

         Durata circa quattrocento anni, la schiavitù viene ancora oggi ricordata come il più grande movimento forzato di persone nella storia. Il 96% degli schiavi sparsi per tutto il globo, provenivano dalle coste africane. Traditi, il più delle volte dai loro stessi amici, che in cambio di denaro da parte dei trafficanti, con l’inganno spingevano queste povere persone a salire su queste navi. Ovviamente una volta a bordo, venivano immediatamente incatenati ed umiliati, per poi essere letteralmente spediti come fossero solamente dei pacchi. Il più grande mercato di esseri umani si trovava a sud degli stati uniti. Le aste degli schiavi erano ben organizzate e si trovava di tutto, lavoratori nei campi, lottatori e schiavi adatti a stare in casa. La brutalità che si raggiunse in quei quattrocento anni di storia, e il dolore che esseri umani sono stati in grado di infliggere ad altri esseri umani, ha pochissimi eguali nella storia di tutta l’umanità. Alcune volte provo vergogna per tutti noi.

Quando ha origine questa ricorrenza?

Questa importantissima ricorrenza nasce nel 2007, ad opera dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU). Ma solamente un anno dopo, col secondo anniversario, fu ufficialmente riconosciuta come ricorrenza annuale.  

Ogni anno viene dato un tema diverso. Quest’anno l’argomento è “porre fine all’eredità del razzismo della schiavitù: un imperativo globale alla giustizia”. Un monito per tutti a non dimenticare. Un monito per sottolineare l’importanza di conoscere questo tema storico così buio. E di tramandarne lo studio anche alle generazioni future, perché solo così si potrà porre fine a questa piaga tremenda.

        Quest’anno inoltre, la ricorrenza ha un significato particolare. è infatti il duecentessimo anniversario dell’abilizione della tratta degli schiavi transatlantica. Vorrei tanto poter scrivere totale abolizione della schiavitù, ma ahimè non posso. Al giorno d’oggi purtroppo, la schiavitù è ancora presente nel mondo. Il matrimonio forzato, le violenze razziste e xenofobe, il lavoro domestico forzato, sono solo alcuni esempi di forme di schiavitù, ancora presenti in mezzo a noi. Chiaramente, potranno essere debellate solo sconfiggendo l’ignoranza, perché solo conoscendo il passato, si può evitare di commettere gli stessi errori in futuro.

Spero davvero che vi sia piaciuto. Se questa nuova rubrica vi piace, vi invito a seguirmi per non perdervi altri articoli.

Il 27 marzo ci sarà un nuovo articolo per la nuova rubrica: GIORNATE E RICORRENZE MONDIALI. Un affettuoso saluto da Intimo Inchiostro.   



Categorie:GIORNATE E RICORRENZE MONDIALI

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: