Una città multiculturale

Ciao a tutti. Come promesso nel precedente articolo, oggi vi racconterò del il mio soggiorno nella città, più bella e variopinta che abbia mai visto, durante i miei viaggi. Il nome di questa città è Istanbul. Un tempo conosciuta col nome di Costantinopoli, oggi è il centro economico, turistico e soprattutto culturale di tutta la Turchia.

Avevo diciassette anni quando andai a visitarla con i miei genitori. Eravamo in crociera e una delle tappe era proprio Istanbul. La storia mi ha da sempre affascinato, era forse una delle pochissime materie che studiavo con piacere, quando ero ancora uno studente. Quel viaggio è stato uno dei più belli di cui ho memoria, finalmente avevo la possibilità di visitare di persona tantissimi siti storici che fino a quel momento, avevo semplicemente immaginato attraverso le pagine dei libri. L’Acropoli di Atene con il Partenone, Efeso, Olimpia, erano solo alcune delle tappe previste dalla crociera. Io però non vedevo l’ora di visitare Istanbul. Ricordo che durante il giorno di navigazione della nave, mio padre mi disse che sarei rimasto affascinato alla vista di quella città. Non tanto per la sua bellezza o la sua importanza storico-culturale, bensì per la sua diversità. Aveva pienamente ragione. Fino a quel momento avevo visto solamente le grandi città Europee, tutte diverse l’una dall’altra ma pur sempre di cultura occidentale e quindi con un’esistenza molto simile alla mia. Camminando per le vie di Istanbul, mi resi subito conto che prima di all’ora, non avevo mai visto nulla di simile. Ero totalmente affascinato, il mio sguardo era simile a quello di un bambino che per la prima volta vede un parco divertimenti. Le diversità culturali che coesistevano perfettamente l’una con l’altra, la rendono ancora oggi una delle città più belle al mondo. Forse non è l’ideale per viverci, tuttavia, almeno una vota nella vita bisogna andarci. Quest’ultimo però è solo un mio pensiero personale.

Visitammo diversi siti, a partire dalla Grande Moschea Benedetta della Grande Hagia Sophia, conosciuta anche col nome di  Basilica di Santa Sofia,uno dei più importanti luoghi di culto di tutta Istanbul. Nata come cattedrale cristiana, divenne poi una moschea durante l’impero ottomano e in fine un museo, questo fino a luglio del 2020 quando, con un decreto presidenziale, è stata nuovamente riabilitata a moschea. Ammirammo l’imponenza della Moschea Blu e della Moschea di Solimano, il Palazzo Topkapi, le Cisterne e ovviamente il famosissimo Gran Bazar, uno dei mercati più grandi e famosi al mondo dove, credetemi, si trova veramente di tutto. Composto da sessantuno strade e oltre quattromila negozi, nel 2014 guadagno il primo posto nella classica delle attrazioni più visitate al mondo. Proprio mentre stavamo per perderci all’interno di questo mercato enorme, udimmo un suono proveniente da diverse torri, sparse per tutta la città. Erano i Minareti, torri presenti in quasi tutte le moschee, dalla quale il muezzin chiama a raccolta i fedeli mussulmani alla preghiera, cinque volte al giorno. Fu uno “spettacolo” unico, simbolo di come due culture così diverse tra loro, quella cristiana e mussulmana, coesistono perfettamente.

Ancora oggi conservo nel cuore il ricordo di quell’ incredibile città e i suoi mille colori. Spero davvero di poterci ritornare, magari con mia figlia, chiaramente quando sarà leggermente più grande e soprattutto se anche lei amerà viaggiare, spero proprio di si. Io da buon genitore la sto portando sulla “retta via”. Dopotutto, lo spirito d’avventura è uno dei doni più grandi che possa lasciare un genitore, in eredità ad un figlio, o nel mio caso, ad una figlia.

Spero che anche quest’articolo vi sia piaciuto. Vi invito a farmelo sapere nei commenti. Ci vediamo alla prossima, un affettuoso saluto da Intimo Inchiostro.



Categorie:TRAVEL

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: