Parliamo un pò di me

Recentemente, per diversi motivi, ho avuto parecchio tempo per riflettere su me stesso. Penso sia capitato a tutti almeno una volta nella vita di fermarsi un attimo ad analizzare tutto quello che gli è successo nel corso degli anni. Le scelte fatte, i sacrifici, i sogni realizzati e quelli infranti. Beh, a me in realtà capita spesso. Seppur ancora giovane, anzi direi giovanissimo, mi capita frequentemente di ripensare al mio passato o semplicemente di riflettere sul mio presente o meditare circa quello che davvero voglio.

In questo articolo quindi ho deciso di presentarmi e raccontare un po’ me stesso.  Sono giunto di recente alla conclusione che dentro di me vivono due diverse personalità. Una rappresenta l’avventuriero che è in me e l’altra l’uomo razionale. Una parte di me brama essere libero, scoprire il mondo. Mi spinge continuamente a mollare tutto e partire senza curarmi delle conseguenze. Dall’altra parte della bilancia però c’è l’uomo razionale, ovvero quel lato della mia personalità che puntualmente mi ricorda che ho delle responsabilità. Fino a qualche anno fa vivevo la mia vita in maniera sfrenata, non mi curavo molto di ciò che accadeva intorno a me. Non avevo interesse nello studio, quando molti dei miei amici sapevano già cosa avrebbero fatto dopo la scuola io nemmeno ero sicuro di riuscire a finirla. Volevo solo scappare e fregarmene di ogni cosa. Nella mia testa sembrava una figata vivere, come si dice, alla giornata. Può sembrare assurdo ma a me stava bene. Ero consapevole del fatto che ogni conseguenza dei miei errori sarebbe pesata unicamente su di me e su nessun altro. Passavo le serate ad ubriacarmi ed il resto del giorno pensando a come mi sarei potuto divertire l’indomani. Non vedevo l’ora di arrivare all’età giusta per potermene andare via di casa e girare per il mondo, dopotutto volere e potere e non serve necessariamente essere ricchi per poter fare un viaggio.

Dopo però avvenne quello che io oggi chiamo il risveglio. Di colpo la mia vita cambiò. Come scrivo anche nel mio libro, scoprii che di lì a poco sarei diventato padre e questo mi diede una scossa. La vita mi aveva dato una bella frenata e mi aveva messo davanti ad una scelta. Continuare con quello che stavo facendo o cambiare. Ovviamente scelsi la seconda opzione e fu in quel momento che dentro di me nacque l’altra personalità, l’uomo razionale. Da quel momento in poi cambiai quasi radicalmente. Iniziai a studiare, programmai un futuro, insomma, iniziai a prendere la mia vita più seriamente.

Chiaramente i miei familiari ne furono sorpresi e contenti. Tuttavia, l’avventuriero che è in me spinge ancora oggi per prendere il sopravvento.  Il desiderio di scappare e farla finita è forte ma comprendo anche che adesso le conseguenze dei miei errori non ricadono più solo su di me. All’inizio non ho passato dei bei momenti. Successivamente però ho capito che se avessi giocato bene le mie carte, potevo fare entrambe le cose. Vado a spiegarmi meglio. Potevo sempre godermi la vita pur crescendo la mia bambina. So che è una cosa scontata ma credetemi, quando si diventa genitori a diciannove anni si tende a vedere la realtà in maniera leggermente distorta e poi, questa è la storia di come mi sono sentito io interiormente.

Mi rendo conto che è difficile da capire e soprattutto è difficile da spiegare. Forse troverete quest’ articolo del tutto inappropiato. Tuttavia, sono convinto che  la scrittura non è altro che lo specchio della personalità di chi scrive. Dal momento in cui la mia personalità è del tutto incasinata, necessariamente lo sono anche i miei scritti. Andando avanti con gli anni infatti mi sono reso conto che se non sono impazzito è solo grazie alla scrittura. Non conosco altro modo per esprimere a pieno i miei sentimenti ed essere me stesso, se non quello di scrivere.  

In questo articolo ho deciso di svelare una piccola parte della mia personalità, aprendo leggermente il sipario che copre la mia mente.

Se siete curiosi e volete saperne di più sulla bizzarra storia di come sono diventato padre, nella pagina LIBRI, torverete il link per acquistare il mio primo manoscritto, Tra compiti per casa e pannolini.

       



Categorie:PENSIERI INTIMI

Tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: